02 marzo 2010

Onore alla burrata

A volte non serve inventarsi ricette complicate per fare bella figura, spesso e volentieri esistono prodotti favolosi che, accompagnati con semplicità, donano poesia e tanto gusto.
Desidero quindi celebrare la Burrata, uno dei miei formaggi preferiti, simile alla mozzarella ma dalla consistenza molto più morbida e filamentosa.
Per una protagonista della tavola simile, non occorrono troppi merletti, infatti ho scelto di abbinarla a semplici zucchine grigliate, un filo d'olio extravergine toscano e sale rosa dell'Himalaya, un sale minerale delicato che esalta il sapore senza lasciare il retrogusto amarognolo che solitamente ha il sale da cucina normale... una fresca foglia di basilico ed il piatto è pronto!

Vino consigliato:

esistono tantissime varietà che possono sposare bene questo piatto, io ho voluto abbinare questo splendido vino,
Franciacorta D.O.C.G. Satèn (spumante prodotto con il metodo classico nella zona del Franciacorta).
Al naso assolutamente fine con prevalenza di sentori floreali e fruttati, con profumi di lieviti e note minerali. Al palato i pochi zuccheri residui e l’alcol sono contrapposti e leggermente superati dall’acidità e dall’anidride carbonica delle bollicine, lasciando in bocca una straordinaria sensazione di pulizia e di freschezza.

6 commenti:

marco63 ha detto...

Spettacolo puro come ho già detto.....Ingrasso solo a vederla e pensarla !!!!!

nicole ha detto...

Non ci crederai ma nella mia cantina privata un vino così c'è!!

silvia78 ha detto...

Ci devo fare un giro nella tua cantina ;-P

Marco, sono ingrassata a mangiarla, ma ne vale troppo la pena!!!

Max ha detto...

Ottimi i due abbinamenti, deliziosa la burrata, perfetta la tua presentazione. Ciao.

nerodiseppiablog ha detto...

D'accordissimo con te, quando una specialità è buona da perdere la testa, inutile inventarsi ricette :)

silvia78 ha detto...

Ciao, @nerodiseppia!
Grazie della visita!